La cucina siciliana

CUCINA SICILIANA : UNA STORIA ANTICA PER UN GUSTO ATTUALE

Parlare di cucina in Sicilia vuol dire, inevitabilmente, parlare anche di storia.

La storia siciliana rappresenta infatti una delle principali ricchezze della tradizione culturale ed artistica italiana, invidiata in tutto il mondo e apprezzata da ogni storico che si rispetti.

Basti pensare, solo per citare alcune delle popolazioni susseguitesi nel tempo alla guida del territorio siculo, alla antica invasione greca e poi romana, al periodo medievale dominato dagli arabi, fino all'epoca moderna con le dominazioni francesi e borboniche.

Ebbene, l' influenza e l'influsso che ciascuno di questi popoli ha saputo consegnare al territorio siciliano sono apprezzabili non solo nel campo dell'arte, della scultura e della architettura, ma anche e soprattutto nel campo culinario.

Un esempio su tutti può essere illuminante in tal senso.

Platone infatti, filosofo greco del V secolo a.C. , nella sua celebre opera "La Repubblica" denunciava l'eccessiva importanza e attenzione che i siciliani attribuivano al cibo, eccedendo in abbuffate e condimenti, a fronte dell'abitudine del filosofo greco di considerare il cibo mero nutrimento dell'anima e indirizzare sforzi e ricerche nel pensiero e nella ricerca filosofica.

Tanto basta, quindi, per comprendere l'importanza della tradizione culinaria nella regione siciliana. Un' importanza perpetratasi dall'antico periodo greco fino ai nostri giorni, con risultati, fortunatamente, sempre più soddisfacenti per i palati locali e dei turisti di zona.

Alcune specialità locali, infatti, sono divenute ormai famose in tutta la penisola italiana, come simbolo della buona cucina per eccellenza. Citando la Sicilia, come non pensare infatti alla celeberrima cassata, ai cannoli, alla granita, agli arancini e via dicendo.

Ben venga, del resto, che anche prodotti culinari siano simboli di una popolazione e di una civiltà, specialmente se pregiati e in grado di soddisfare sia il gusto che la vista.

Oltre ai citati e più famosi prodotti, la Sicilia è in grado di offrire infatti anche prelibatezze più specifiche, di settori particolari. Tra i formaggi siciliani, ad esempio, primeggiano il famoso ragusano o caciocavallo dop, il pecorino o la provola di Nebrodi. Tra i salumi, difficile non citare il salame di S.Angelo, la salsiccia pasqualora o la coppa di suino nero.

E poi ancora frutta, primi, varie tipologie di pasta e dolci tipici compongono il quadretto culinario ideale siciliano.

Le aziende alimentari locali, quindi, sono molteplici, capaci di offrire prodotti tipici siciliani e soluzioni raffinate  a costi contenuti.

Su tutte, degne di particolare nota risultano quindi "Aroma Sicilia Pistacchi", leader nella produzione di pistacchio di Bronte e nella generale produzione di alimenti al pistacchio, l'"Oleificio Mariano Falco", produttore tipico di olio extravergine di oliva da olive varietà biancolilla o infine "I Saporosi", nuova azienda di trasformazione di prodotti agricoli -ittici e biologici -naturali senza conservanti.

Dalla tradizione storica, quindi, passando per le aziende attuali: il gusto siciliano rimane pur sempre attuale!